Bibite, la rovina dei denti

By:
Posted: 24 marzo 2020
Category: News , Pianeta Bambino
Comments: 0

“Basta un poco di zucchero e la pillola va giù” come canta Mary Poppins.

 

Lo zucchero fin dall’antichità sembra essere la soluzione a tutto, purtroppo non è sempre così.

 

Spesso in clinica visito bimbi molto piccoli e li trovo spesso con carie molto profonde e ascessi. Quando chiedo ai genitori cosa mangiano e bevono durante il giorno la maggior parte mi risponde “Succo di frutta o tè e panino con la nutella”.
Praticamente già con la  merenda delle 10 del mattino hanno raggiunto il limite giornaliero di zuccheri da assumere!

 

La carie è una malattia infettiva ad eziologia multifattoriale. Colpisce circa 80% della popolazione ed è la patologia cronica più comune che affligge gli adulti e i bambini: addirittura 5 volte più comune dell'asma e 7 volte più diffusa delle allergie stagionali. Laprevalenza di carie nei bambini è a 4 anni del 21,6% e a 12 anni del 43,1%!

 

Ma come prevenire le carie?

 

Purtroppo non basta lavare i denti 3 volte al giorno per essere a riparo dalla carie ma è fondamentale un’alimentazione corretta.

 

Lo zucchero si traveste da clandestino in numerosi alimenti, anche quelli che meno ti aspetti!

 

Purtroppo quando andiamo a fare la spesa ci facciamo ingannare dalla confezione. Succhi di frutta, snack per bambini con packaging dai nomi e colori accattivanti spesso catturano la nostra attenzione, portandoci a fare acquisti che possono rivelarsi dannosi per la salute orale dei nostri bambini.

 

Dobbiamo prestare molta attenzione quando facciamo la spesa e soprattutto imparare a leggere e analizzare le etichette in modo critico!

 

Partiamo dai succhi di frutta e frullati confezionati.
Se leggete bene le etichette vi accorgerete che contengono la stessa quantità di zucchero delle bibite gassate, se non di più.

La ragione è che entrambi sono composti essenzialmente da acqua e zucchero.

Nonostante i succhi contengano anche piccole quantità di vitamine, antiossidanti e fibre, questi composti non sono sufficienti per bilanciare gli effetti che il consumo di zuccheri semplici ha sulla salute. Gli stessi principi nutritivi sono presenti nella frutta intera, ma c’è una differenza importante che sfugge: il potere saziante che è decisamente superiore rispetto a qualsiasi bevanda! Inoltre le proprietà della purea di frutta vengono perse durante il processo di spremitura e con l’aggiunta dei conservanti.

A riprova di ciò va ricordato che l’Oms considera lo zucchero contenuto in un succo di frutta alla stregua di quelli aggiunti ai prodotti alimentari, anche se si tratta di composti naturalmente presenti. Per questo motivo già  in 39 Paesi è stata applicata la sugar tax!

 

Il problema è che i succhi di frutta continuano a essere percepiti come alternative salutari, soprattutto per i più piccoli, anche se dovrebbero essere consumati con moderazione.

 

Per non parlare del tè, uno dei più famosi contiene quasi 10 zollette di zucchero in ogni bottiglietta da 500ml.


Bere tutto il contenuto di una bottiglietta vuol dire ingerire il 99% dello zucchero che una persona adulta dovrebbe assumere ogni giorno!

 

Il mio consiglio è di dare ai vostri bambini solo ed esclusivamente acqua se non avete il tempo di fargli una sana centrifuga o una spremuta d’arancia.

 

Ma lo yogurt è salutare?

 

Lo yogurt può essere un’ottima alternativa al classico panino o frutto ma attenzione agli zuccheri! La scelta migliore è quella di prendere dei vasetti di prodotto bianco non addizionato di zucchero, e aggiungere della frutta fresca.

 

Una merenda sana è composta da frutta, pane e marmellata, torta o biscotti fatti in casa, yogurt, e come bibita non c’è nulla di più salutare e buono dell’acqua. In alternativa potete preparare un succo fatto in casa, in questo modo non ci saranno zuccheri aggiunti diversi da quelli della frutta, oppure l’acqua aromatizzata.

 

È facilissima da realizzare, di seguito la ricetta dell’acqua aromatizzata:

 

Per 1 litro d’acqua bastano 200/250g di frutta.

Il tempo di infusione può andare dalle 2 alle 12 ore. Più terrete in infusione, più intenso sarà il gusto dell’acqua. Ricordate di conservarla in frigo, magari in una borraccia ad hoc.

 

Ecco qualche idea di abbinamenti:

  • Anguria e menta

  • Melone

  • Lamponi e limone

  • Fragole

  • Foglie di menta

  • Arancia


 

Provate e sperimentate e ricordate: l’EQUILIBRIO è la chiave per una vita serena.PHOTO-2020-03-20-17-42-32