cibi_sicibi_no

Una alimentazione corretta è fondamentale per la salute generale ma anche per la salute dei denti.

La maggior parte delle tisane per l’infanzia contiene zuccheri cariogenici, dai primi giorni di vita, non debbono essere date bevande zuccherate con il biberon, in particolare durante la notte per favorire il sonno. Questa abitudine, che una volta acquisita il bambino non riesce ad abbandonare, può essere responsabile, quando i denti erompono in bocca, di carie multiple che rapidamente distruggono i denti (quadro clinico identificato come sindrome da biberon).
Per quanto riguarda il tipo di allattamento, quello al seno ha effetti positivi sulla salute ed è associato a bassi livelli di carie basta che non sia prolungato, il tempo massimo di allattamento sono i 18 mesi perché poi il latte diventa soluzione fisiologica zuccherata.

Attenzione agli zuccheri. Caramelle, merendine, bibite gassate e succhi di frutta sono da evitare il più possibile soprattutto nell’intervallo tra un pasto e l’altro: la carie infatti va a nozze. Non è la quantità ma la frequenza che fa il danno peggiore. Gli zuccheri, che sono componenti fondamentali dell’alimentazione del bambino, debbono essere quindi consumati nei pasti principali, dopo i quali il bambino spazzola i denti.

Sono da preferire, soprattutto come merenda, cibi salati, cibi duri e fibrosi, come derivati dal grano intero, verdura e frutta che, richiedendo tempi di masticazione lunghi, stimolano una maggior secrezione di saliva (che esercita un effetto protettivo molto importante nei confronti della carie) e cibi ad azione cario protettiva come i formaggi.