scegliere-dentifricio

Lavarsi i denti è un gesto che deve entrare a far parte delle abitudini quotidiane fin da piccoli. Con le tappe giuste.

  • Fino a un anno. Niente spazzolino, né dentifricio. Basta strofinare delicatamente con una garza umida o con gli appositi ditalini di gomma sulle gengive e sui denti sempre dopo ogni pasto.
  • Da uno a tre anni. allo spazzolino, no al dentifricio. Il bambino deve iniziare a prendere confidenza con lo spazzolino, ma saranno sempre mamma e papà a pulire i denti. Niente dentifricio, quindi, fino a tre anni perché il bambino non è ancora in grado di controllare la deglutizione e ne ingerisce una quantità troppo alta (il 65% secondo alcuni studi).
  • Dopo i 3/4 anni. Sotto l’occhio vigile di mamma e papà, il bambino può iniziare a lavarsi i denti da solo con spazzolino e dentifricio. Quest’ultimo deve avere un contenuto di fluoro non superiore a 500 ppm. Una quantità che garantisce il corretto apporto di fluoro per proteggere i denti, ma è abbastanza basso per evitare la fluorosi.
  • Dai 6 anni in poi. È il momento dell’emancipazione: il bimbo si lava i denti da solo e senza limiti di fluoro. Infatti, può usare un dentifricio per adulti anche perché la quantità ingerita involontariamente scende al 30% perché i riflessi di deglutizione sono già sviluppati.