MIH: Molar Incisor Hypomineralization

By:
Posted: 31 gennaio 2017
Category: Senza categoria
Comments: 0





Denominata MIH nel 2001 è riscontrata in circa il 18% dei bambini tra i 6 e gli 8 anni.







Con questo termine si intende la ipomineralizzazione dello smalto, che coinvolge da 1 a 4 molari permanenti nelle forme più lievi, e gli incisivi nelle forme più gravi. Si tratta di un difetto qualitativo dello smalto, NON presente alla nascita. Generalmente i denti colpiti hanno un aspetto bianco-giallo o giallo-marrone e più il colore è scuro, maggiore è la porosità.



Schermata 2017-01-31 alle 13.26.30








I BAMBINI AFFETTI DA MIH PRESENTANO:

  • Notevole ipersensibilità termica e alla masticazione di alcuni tipi di cibi;

  • Maggior tendenza alla carie a causa della difficoltà di spazzolamento;

  • Dolore allo spazzolamento;

  • Difficoltà da parte dell’odontoiatra ad anestetizzare, ciò è dovuto al fatto che attraverso lo smalto poroso vi è la penetrazione di batteri alla sottostante dentina, per cui la polpa si trova in uno stato di infiammazione cronica.




 

 

Con la crescita le lesioni tendono ad aggravarsi nel tempo ed i molari vanno precocemente incontro al cosiddetto “post-eruptive break-down”, ossia a delle fratture dello smalto che espongono la dentina facendo sì che i denti interessati rapidamente vadano incontro a carie. É per questo motivo che il post-eruptive break-down viene frequentemente confuso con una lesione cariosa.



 

QUALI SONO LE CAUSE? 







Schermata 2017-01-31 alle 13.26.11Schermata 2017-01-31 alle 13.26.19Schermata 2017-01-31 alle 13.26.00

 

Le ipotesi sulle possibili cause dell’MIH sono numerose, ma non ancora certe. Tra le più discusse ci sono: le malattie verificatesi entro i primi 3 anni di vita, ad esempio asma, infezioni del tratto respiratorio, otite media, tonsilliti, malattie esantematiche, che si manifestano nel periodo di mineralizzazione dei primi molari e incisivi centrali permanenti. Inoltre negli ultimi tempi si s  ta indagando sulla correlazione tra l’MIH e l’utilizzo di alcuni antibiotici, tra cui l’amoxicillina.


I ricercatori di INSERM hanno dimostrato che il Bisfenolo A può essere un’altra causa di MIH. Il Bisfenolo A (BPA) è un composto chimico usato nella confezione di materie plastiche e resine e viene utilizzato per la fabbricazione di contenitori per alimenti, quali bottiglie o biberon; viene utilizzato anche per i film protettivi all'interno delle lattine e dei barattoli alimentari. Significative quantità di BPA sono state trovate nel sangue umano, nell’urina, nel liquido amniotico e nella placenta. Recenti studi hanno dimostrato che questo composto industriale ha effetti negativi sulla riproduzione, lo sviluppo ed il metabolismo degli animali da laboratorio ed è fortemente sospettato di avere gli stessi effetti nell'uomo.


TRATTAMENTO

  1. Identificazione del rischio;

  2. Diagnosi precoce;

  3. Mineralizzazione e desensibilizzazione;

  4. Prevenzione di lesioni cariose;

  5. Ricostruzione o estrazione dell’elemento affetto;

  6. Mantenimento.


 

COSA CONSIGLIAMO?

 

  • Sedute di ozonoterapia

  • La ricostruzione del dente

  • L'uso di dentifrici ad alto contenuto di fluoro

  • L'applicazione di fluoro topico.

  • L'utilizzo di prodotti a base di “caseina” che si sonodimostrati efficaci a questo proposito.